Primavera Sacra

Storie dal sottosuolo

Categoria: emozioni

Appunti sulla depressione

La depressione è uno stato fisico ben definito. Quando si è tristi si dice: “Sono a terra”, mentre chi sta sperimentando la felicità afferma: “Sono al settimo cielo”. La depressione, dunque, è uno stato basso, orizzontale, privo di movimento. La vicinanza con la terra rassicura il depresso. La terra è solida e si può toccare. Il settimo cielo è astratto e intangibile. Al depresso profondo spesso è mancata la carezza fondamentale, così, cerca di ricrearla avvolgendosi nelle coperte. Lo stato di sonno o dormiveglia è preferibile alla consapevolezza perché è simile al galleggiamento nel liquido amniotico.

Annunci

A mezzanotte

Gli ospiti se ne vanno. Il tavolo ancora ingombro di stoviglie, bicchieri mezzi pieni, briciole di pane. Resta, sospeso nella notte estiva, il brusìo delle chiacchiere appena terminate. Parlare è facile. Basta trovare qualche argomento in comune con l’interlocutore. Ma il contatto vero, quello, è ben altra cosa. Perciò, dopo una cena con gli amici, e poco prima di andare a dormire, sento lo stesso disagio dello scenografo che smantella il palco.

Cuor d’Estate

La fossa era verde

come la finestra.

Si accalcava per tradire le mie aspettative

senza rispetto per i minuti pensieri

che tentavano di rialzare la testa.

L’idea di incontrare un amico al bar

o di fare una lunga camminata nel bosco

e tante altre piccole intenzioni

soffocarono sotto al fango di un’angoscia

subdola e pervasiva.

Poi arrivò il sole

dentro una lunga estate che seccò la melma.

I germogli delle azioni mai intraprese

spuntarono tra le crepe.

L’orizzonte divenne

un festival di colori.

2017

Doni non ne aveva ricevuti, però i più importanti contratti dell’anno erano andati a buon fine. Dunque, di cosa poteva lamentarsi? In realtà, i regali erano arrivati a centinaia, ma erano il frutto di uno scambio perfettamente prevedibile e perciò privo di significato. Transazioni d’affari in modalità natalizia. Ricevere un dono è ben altro. Così, aveva deciso di vivere il passaggio dell’anno in solitudine e aveva affittato una casetta in legno sulle rive di un lago finlandese. La gioia era troppo costosa? Sarebbe bastata un po’ di serenità. Distolse lo sguardo dal paesaggio e controllò le fiamme; la stufa di ferro era ben avviata, il camino, invece, stentava a partire. Bisognava appallottolare ancora qualche pezzo di corteccia, poi sarebbe bastata una fiammella per accendere la betulla di un fuoco vivace. Quando si girò nuovamente verso la finestra stava nevicando, a dispetto di tutti i bollettini meteorologici che davano zero probabilità di precipitazioni. Se ami la neve, e la vedi scendere soffice e inaspettata, hai avuto il tuo dono. Il migliore che si possa ricevere.

Buon Anno a Tutti

Arrivederci

Doni non ne aveva ricevuti, però i più importanti contratti dell’anno erano andati a buon fine. Dunque, di cosa poteva lamentarsi? In realtà, i regali erano arrivati a centinaia, ma erano il frutto di uno scambio perfettamente prevedibile e perciò privo di significato. Transazioni d’affari in modalità natalizia. Ricevere un dono è ben altro. Così, aveva deciso di vivere il passaggio dell’anno in solitudine e aveva affittato una casetta in legno sulle rive di un lago finlandese. La gioia era troppo costosa? Sarebbe bastata un po’ di serenità. Distolse lo sguardo dal paesaggio e controllò le fiamme; la stufa di ferro era ben avviata, il camino, invece, stentava a partire. Bisognava appallottolare ancora qualche pezzo di corteccia, e poi sarebbe bastata una fiammella per accendere la betulla di un fuoco vivace. Quando si girò nuovamente verso la finestra stava nevicando, a dispetto di tutti i bollettini meteorologici che davano zero probabilità di precipitazioni. Se ami la neve, e la vedi scendere soffice e inaspettata, hai avuto il tuo dono. Il migliore che si possa ricevere.

Buon Anno a Tutti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: