Sul Secessionista

Un’infanzia sghemba può far vedere le cose da un punto di vista affatto particolare. E un’età adulta perennemente insoddisfatta può far riemergere il bambino delle fondamenta, in un altro senso, l’artefice dei nostri errori e della nostra bellezza.

Nel secondo episodio, un italiano innamorato dell’arte viennese a cavallo tra fine Ottocento e inizi del Novecento, sceglie ovviamente questo pseudonimo, anche per una vena polemica verso chi  fino a poco tempo fa illudeva tanta gente,  proponendo una chimerica “secessione” del nord Italia dal resto della nazione. Sia ben chiaro che l’unica Secessione ammessa tra questi post è quella artistica della rivista Ver Sacrum e delle splendide opere dei Secessionisti viennesi.

Tanto vi dovevo

il Secessionista

Annunci