Ci spetta ancora il dovere di piangere

di Secessionista


Uno dei pochi punti di vista che condivido fino alle virgole.

La Torre di Babele

090331305-e1405a0c-7655-4dc0-8dae-624058c10c5e

Non voglio dare lezioni, anche se per età (e per esperienza) potrei anche azzardarmi a fornire qualche consiglio. Ho passato la vita fra guerre e disastri e so bene che non bisogna visualizzare la morte per dare il senso di una tragedia. Sono stato addestrato al rispetto delle vittime e al pudore dei sentimenti pur impegnato per mestiere a raccontare la fine della vita. Non è facile fare televisione, lo so. Ma il senso di responsabilità, la misura, deve essere sempre presente perchè si è il tramite con l’evento e la gente a casa vede quello che tu rappresenti. Cosa pensate che ci si ritrovi davanti dopo lo scoppio di un’autobomba o dopo uno tsunami? Ma certo non si può chiedere a una madre davanti al cadavere del figlio: “cosa prova?” Come se si potesse spiegare il dolore. Come non si può chiedere a un terremotato senza più niente, spesso…

View original post 265 altre parole

Annunci