Post Me

di Secessionista


Ti ho lasciato un po’ d’affetto in frigo. È nel contenitore con il coperchio giallo, sul primo ripiano. Se ti serve del condimento, ci sono i miei lazzi (quelli che ogni tanto ti strappano un sorriso). Sono dentro la scatolina con la scritta “Sel de Camargue”. Fai attenzione, che se ne metti troppi il sapore delle tenerezze vira all’acido. Io sarò in giro a cercare un senso qualsiasi, perciò prevedo che non ci vedremo almeno per qualche mese. Ma potrebbero essere anni. Dunque, l’affetto te lo devi far bastare, ché non posso tornare da ovunque sarò. Ci sta che sia un posto molto dentro, piuttosto che lontano o altrove, ma la sostanza non cambia. Economizza più che puoi. Se poi una sera a cena sentirai troppa nostalgia, nel congelatore ho lasciato un bel pezzo di cuore. Bada però; non è possibile congelarlo di nuovo. Mangialo tutto, o butta via quel che non riesci a finire. Non ricordo quale dessert ti piace, così ho preparato una scatola con dodici tramonti e dodici tempeste. Quelli dureranno parecchio tempo, perché ho usato contenitori sottovuoto che tolgono i pensieri dall’interno, così non si formano muffe o incertezze. So che non sono affari miei. Che la salute è tua. Comunque ti do un consiglio: non smettere di fumare per nessuno motivo. Altrimenti potresti essere in grado di respirare oltre il limite che ti ho regalato.

P.S. Mi sta spuntando una lacrimuccia. La commozione (è un mio vecchio punto debole) sta tornando a mordermi l’udito. Meglio che la finisca qui. Ti prego, continua a distorcermi nei tuoi ricordi. Hai sempre saputo farlo così Bene.

Annunci