Magnificat

di Secessionista


Io sono il segno ambito della mia finestra. La cornice elettronica di impulsi femorali. L’attraversamento sulle strisce del giudizio che vanta una lunga tradizione legislativa. Sono la donna Borromeo. Il cane Vincenzo. La chiusa che resiste alla pressione dell’acqua. Fluisco nella temperatura dei corpi sottoposti all’amore. Un po’ per volta, strizzando l’occhio al panorama, mi avvio a diventare la grande seduttrice; l’unica che sa attendere un amante per tutta la vita. Se guardo nei tuoi occhi so sempre dove mi trovo, perché ci sono angosce che io e te e gli altri condividiamo.

Annunci