Voglio un consiglio amorevole

di Secessionista


Anni fa, ero a cena a casa di una cara amica. Mentre si chiacchierava, sentivo in sottofondo una musica sconosciuta, a tratti spigolosa. Mi informò che l’interprete era un certo Tim Buckley. Poi, intuendo il mio disagio ad ascoltare una melodia tanto sgangherata, mi assicurò che prima o dopo avrei amato quelle canzoni. Ecco, a distanza di molti anni è accaduto. E voglio che capiti ancora, parecchie volte. A morte gli algoritmi che sanno sempre cosa suggerirti. anche i percorsi dell’arte devono nutrirsi di affetto, amore, simpatia umana, altrimenti non saranno che specchi dei miei limiti intellettuali.

Annunci