Cyberbullismo e responsabilità. Perchè attaccare i social network è troppo facile

di Secessionista


Ex UAGDC

Oggi dicono che è stata colpa di Ask.fm. Nei quotidiani online si parla del social che permette di nascondersi dietro all’anonimato come del principale responsabile della morte della ragazzina di Cittadella, suicida a 14 anni.

Il bullismo è sempre esistito, il cyberbullismo è la veste attuale che questa piaga indossa nell’epoca dei socialnetwork.
Come scrive qui Loredana Lipperini i ragazzini e le ragazzine si sono sempre picchiat* e insultat*, la differenza è che adesso per questi loro comportamenti possono farsi conoscere, possono diventare famosi, possono avere visibilità. Ci sono quotidiani online, siti, blog che intercettano questi drammi e attraverso particolari, foto, screenshot raccattano click facendo leva sulla facile indignazione di un pubblico avido di dettagli voyeristici.

I socialnetwork raccolgono l’immondizia della società, sono il loro sfogatoio, la finestra su un abisso di violenza, ignoranza, sessismo, razzismo.
Raccolgono, amplificando e moltiplicando, ciò che c’è già.
E’ facile dare la colpa…

View original post 469 altre parole

Annunci