Battito d’ali sopra Genova

di Secessionista


Un tempo sincopato prese la via del sottoconscio

dove miriadi di cambiali attendevano la spinta.

Ora, che si sappia e diffonda, il debito non è un disonore

se chi lo esige ha la faccia ossuta del malvivente.

Epoche come questa dovrebbero partorire almeno una rivoluzione

perché se ciò non accade l’umanità finirà per marcire

in un crogiolo di stupidità chiamate desideri.

Detto questo, mi ritiro come sempre

nel mio eremo distorto.

È detta follia, talvolta, la linea di pensiero tra realtà e libertà conclamata.

Tuttalpiù, rimarranno in ascolto i nostri carcerieri

mentre il tamburo cerca un’eco nei muri di cemento.

Annunci