L’arte del ritratto

di Secessionista


Non si parla qui di abilità nel riprodurre su tela od altro le fattezze di un viso, ma dell’ormai consolidata abitudine del Grande Dirigibile a dire una cosa e ritrattarla il giorno dopo. Probabilmente, ogni volta che apre bocca verifica l’effetto dei suoi proclami attraverso un sondaggio. Se il responso è infausto, ecco che arriva la bella ritrattazione, magari accompagnata dal solito peana: “i giornalisti hanno male interpretato le mie parole”. Che si decida l’ometto; chiarisca se parla italiano, o una lingua inventata di sana pianta dove le parole hanno un significato variabile in funzione dei suoi interessi. Per l’ultima boutade sulla scuola, sospetto che la ritrattazione sia arrivata dopo aver scoperto che nemmeno i suoi (ex) elettori hanno gradito l’idea di avere i figli studenti sotto scorta…

Annunci