Fortuna Imperatrix Mundi

di Secessionista


Questo mendicante paga il tormento con le monete di ieri. Monete brunite dall’uso, scavate nel valore, significanti come bottoni, da giocarci in fianco al sentiero. La faccia dell’Imperatore è un fantasma indistinto e non se ne avrà a male quando lo metteranno sotto il tavolo traballante, ormai fuori corso. Decenza vuole che alla fine, del denaro non resti che il metallo o la carta.

N.B. il titolo è una citazione di Carl Orff, Carmina Burana…..

Annunci