Pinocchio filosofo

di Secessionista


Bisogna parlare delle bugie, delle frottole, delle menzogne, della falsità, perchè Pinocchio non era colpevole. Se lo fosse stato, allora che dire della forzatura chiamata educazione, la quale ci insegna, prima di tutto, a misconoscere noi stessi? Quando volevamo defecare, e non potevamo più, o mingere ovunque; e ci veniva proibito, abbiamo imparato a fingere, a raccontare bugie ai nostri bisogni: "Non è il momento adesso. Faremo meglio quando arriviamo a casa. Non puoi farla qui, ti vedono tutti."

Ed è stato allora che si è creata la spaccatura tra corpo ed anima. Una spaccatura tecnicamente impossibile, eppure, la sperimentiamo ogni giorno. Crediamo di avere un cervello in grado di dare ordini al corpo, poi ci viene una bella emicrania, o peggio, e dobbiamo ammettere di non saper come costringere il corpo ad obbedirci. Le femmine, educate all’idea che il loro unico capitale umano si trova tra le loro gambe, sono contemporaneamente ammonite dal mostrare al mondo le mutandine. Come, posso contare solo sul mio sesso, ma senza farlo vedere? Ho un formidabile potere di seduzione tra le mani, e devo fingere che non esista? Ripeto, anche se questi esempi possono apparire banali o risibili; l’educazione si basa sul principio del valore della falsità. Malgrado ciò, gli esseri umani esecrano il bugiardo, ma solo perchè ne sono spesso sorpassati nella carriera e negli affetti. Magra consolazione, credere che quella persona soffra di solitudine, che non abbia mai sperimentato la gioia dell’abbandono in amore. Vince, questo è quanto.

Non accettare il fatto che la contraddizione "dico una cosa e ne penso un’altra" coincide esattamente con la socievolezza, significa perdere il contatto con la realtà delle cose. Diverso è il discorso sul male e sulla crudeltà, perchè il male e la bugia non coincidono. Quante persone fanno soffrire i loro partner senza ricorrere alla menzogna, anzi. Dichiarare apertamente i tradimenti o il disamore può essere un’azione molto sadica, violenta, nella quale ci si approfitta di una posizione di forza per infliggere dolore all’altro. Ma questo è un discorso che porta ad altre riflessioni.

Annunci