I soliti cow-boys

di Secessionista


Cos’è un blog? Si dice "diario on line", Questo però mi va stretto. Preferisco estendere il significato all’idea che il blog è un modo per riappropriarsi della Rete e della libertà di espressione che altrove viene negata.

Il pezzo seguente arriva da pinoscaccia. splinder.com Non importa che la notizia sia inedita, ma che sia data da una angolazione differente…

 

Addio al celibato e alla vita, nella stessa notte. Un ragazzo nero di 23 anni è stato crivellato dai colpi dagli agenti di polizia di New York all’alba di sabato, giorno in cui si sarebbe dovuto sposare. Sean Bell aveva terminato da poco la notte del suo addio al celibato e stava lasciando insieme a due amici il «Kalua Cabaret», uno strip club nel quartiere newyorchese di Queens, quando gli agenti hanno aperto il fuoco sulla loro automobile. Dal «New York Police Department» (NYPD) e dall’ufficio di Michael Bloomberg, il sindaco della «Grande Mela», per ora si sono limitati a dire che il locale notturno era «sotto osservazione» per sospetto traffico di droga e prostituzione e che «un conflitto a fuoco era molto probabile». La macchina è stata crivellata da 21 colpi. Alla guida c’era Bell che, poche ore dopo era atteso all’altare dalla sua promessa sposa. Il giovane è deceduto durante il trasporto in ospedale. Il suo amico Jospeh Guzman, raggiunto da 11 proiettili, è ricoverato in gravissime condizioni. È ferito, ma non in pericolo di vita l’altro giovane che si trovava a bordo dell’auto, Trent Benefield, colpito tre volte. La dinamica di questo fatto di sangue, forse a sfondo razzista, che coinvolge la polizia di New York, non è ancora chiara. Secondo quanto riportano i network americani, sembra che l’auto dei tre amici abbia tamponato quella di un agente in borghese, scatenando le raffiche di proiettili da parte di cinque dei sette agenti già appostati nei pressi del locale per un’operazione investigativa. Nell’auto dei tre giovani non è stata trovata alcuna arma. Il dipartimento di polizia ha disposto l’avvio di un’indagine interna.
Annunci