Dedicato a

di Secessionista


La mia donna ha tante facce e mille corpi.

Qualche volta mi ferisce,

ma è ancora e sempre lei che mi risveglia 

al piacere della vita.

Tra noi niente contratti

e ogni incontro è il primo,

col dubbio di una mossa falsa

o di parlare lingue diverse.

Perciò ogni giorno

canto la paura di perderla.

Eppure

Solo così rimane intatto 

il gusto della scoperta.

Camminando sulla corda

siamo andati più lontani

di quanto potessimo sperare.

Annunci