tictactic

di Secessionista


Mi piace veder luccicare il vetro del mio orologio.

Sotto la sua protezione, il tempo può fluire, ripetendosi ad ogni istante. Non vedo innamorati che litigano, rincorrendosi sul quadrante. Non ci sono eserciti delle sei e trenta pronti a combattere con il signore della mezzanotte. Sotto il vetro, tutto è pulito e preciso. Forse dovrei dire anche “freddo”, ma non mi riesce di definire così i meccanismi che lavorano con puntuale sincronia, collaborando al movimento delle lancette. Magari i rapporti umani somigliassero alla perfetta armonia che regna tra gli ingranaggi del mio orologio, senza i continui attriti, urti e scosse che fanno traballare amori ed amicizie, facendoci perdere tempo prezioso nel tentativo, spesso inutile, di riaggiustarli.

Annunci